Questo laboratorio intende essere uno strumento propositivo di discussione ed analisi sul fenomeno, visto in un discorso più ampio di integrazione ed educazione alla cittadinanza.
La finzione della narrazione permette di affrontare i temi difficili della violenza, della perdita di autostima, dell'emarginazione, consente altresì di ambiare punti di vista, di invertire ruoli, di lavorare per gli altri, di mettersi in gioco perdendo alcune sicurezze ed acquistandone altre.
Destinatari: quarta e quinta classe della scuola primaria, tutte le classi della scuola secondaria di primo grado.
Incontri: da due a tre incontri di due ore ciascuno.
Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi in segreteria oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


JoomBall - Cookies